venerdì 22 agosto 2008

Da una vetrina osservo il mondo


Bazzicando nella rete, così per caso, ho conosciuto la voce di Cat Power. Non conosco il suo album, ma di certo The Greatest è un bel pezzo. Semplice, con voce morbida e intensa. Mi fa pensare ad una tazza di caffè fumosa sorseggiata in un locale che si affaccia su di una strada affollata, con magari una leggera pioggerellina e qualche impermeabile che svolazza.

Ci sono dei momenti in cui preferisco stare dalla parte della vetrina e osservare la gente muoversi. Non riesco a fare a meno di buttare un occhio sull’espressione sorpresa di una signora di mezza età, mentre legge il settimanale del pettegolezzo, o della camminata ciondolante di un ragazzino vestito da rapper, che fa gracchiare il suo telefonino con i pezzi hip hop. Mi piace capire il perché, in certi luoghi, esistono certi usi ed in altri meno. Mi piace osservare l’atteggiamento che una determinata persona manifesta, e comprendere il perché lo faccia, proprio in quel modo ed in quel preciso momento. A volte mi sento un esploratore (con tanto di cappellone da safari) che con la sua lente scopre ed analizza la fauna circostante. La mia giungla da scoprire è la città e le sue mille sfaccettature. E dalla vetrina di un bar c’è tanto, ma davvero tanto da capire.

Tutto questo per arrivare al nocciolo della questione: chi mi offre una tazza di caffè?

4 commenti:

ADRIO THE BOSS ha detto...

tel'offro io vecchio mio!!! caffèp freddo macchiato per me...
har har...
che dici? che se dice?
ciaooooooooooooooooo

Andrea Patassa ha detto...

Si dice che le vacanze sono belle che finite, e che mi tocca riprendere posto sulla scrivania.Eccheppale. Pure per me macchiato freddo. Si fa il vento dopo? :D

daniela ha detto...

cos'è il vento? ti alzi senza pagare?
quando ci fai leggere qualcosina dei tuoi racconti?
grazie per il post e buon ritorno alla normalità!!!

Andrea Patassa ha detto...

@daniela:esatto, il vento è quando non si paga. Francamente non sono un tipo da vento, mi salirebbero i rimorsi. Si, vorrei pubblicare qualcosa sul blog ma solo quando i racconti saranno davvero definitivi. Un salutone! :)