giovedì 28 agosto 2008

Scrivo ti amo con la segatura


Non ho resistito. Nel blog di Choppa c'è il booktrailer di "Nel dubbio ti amo", libro e dvd che raccolgono i "migliori" videomessaggi del programma The Club. Non ho resistito a scriverne anch'io per due motivi. Il primo è che nella convulsa "zappata" serale in tv, spesso non riesco a scollarmi dallo schermo quando ci sono le clip di The Club. Sono eccezionali, raro esempio di narcisismo televisivo. Secondo, perchè cercando su You Tube qualche altro video, ho trovato vere e proprie perle di umanità pavoneggiante che, non volendo (ma siamo veramente sicuri?), rende tutto così meravigliosamente grottesco. In una di queste (contenuta nel video qui sopra) viene narrata una follia d'amore: "ho scritto ti amo sulla spiaggia, alla mia ragazza, con la segatura e la tanica di benzina... e l'ho infuocato". Questo, signori miei, è Moccia hardcore.

8 commenti:

ILARIA ha detto...

..aaah, the club...che meravigliosa scoperta anni fa..di che andarne fieri!

..ma che vacanza!! Si lavora, si produce!!

Andrea Patassa ha detto...

La foto del Cosattone sotterrato dal vostro peso è bellissima: abbozza un sorriso gioviale, ma dentro di sè soffre per la pressione della gabbia toracica... :D

Andrea Patassa ha detto...

Si, The Club è una ficata... ma comprarmi il dvd è troppo, non potrei farcela.

PsicoticoDomato ha detto...

manco gli anni d'oro degli 883 mi tenevano così attaccato al trash, nemmeno chuck&nora! the club è il mondo tutto, ho smesso di lamentarmi da quando l'ho capito! In fondo mi diverte, mi distinguo grazie al tipo che pensi che la posizione classica sia a 90 (un genio cazzo!) e dell'altro che cerca una donna che "la da"! Poi la segatura sulla spiaggia, il datore di lavoro forse sposato...dio quante vite, quante risa! Non lo comprerò mai il libro...ma una scorpacciata di theclub me la faccio a breve!!!!!!luivimr

barbaralle ha detto...

Ciao! Ricambio la visita! :) Condivido in pieno il gusto della sosta su The Club durante lo zapping violento, a volte rischio di morire davanti a certi meravigliosi personaggi! Ciao!! Lalle

Andrea Patassa ha detto...

@psicoticodomato:quante vite, esatto. Perchè TheClub oltrepassa il canone estetico, si libera dei contenuti, mostra cinicamente la vita come si acconcia davanti all'occhio della telecamera. Il risultato è grottesco, ma con un suo valore indiscutibile.
Ps-qui non voglio certo scrivere che ci potremmo privare della tivvù dei contenuti, anzi, ma ogni tanto l'essere rigorosamente selettivi può indurre a non vedere anche quando c'è da vedere.

Andrea Patassa ha detto...

@barbaralle:ciao!!è lo zapping che ci stressa... sono sicuro. Sono contento della tua visita, un salutone! :)

Sergio Calamandrei ha detto...

Anch'io penso che The Club abbia un fascino perverso.