domenica 9 dicembre 2007

La banda della magliana a fumetti

Ieri mattina sono stato alla Fiera nazionale della piccola e media editoria. E’ stata un’ottima occasione per mettermi in contatto con piccole o piccolissime case editrici, che con le unghie e con i denti propongono bellissimi titoli. E’ stata l’occasione per conoscere da vicino la Becco Giallo, casa editrice di altissima qualità, notata anche dal buon Evangelisti che tempo fa ha lodato il lavoro di questa in un pezzo per Carmilla, domandandosi se il fumetto può essere veicolo di critica sociale (naturalmente la risposta è si). Ho acquistato con gran piacere La banda della magliana, fumetto disegnato dalla talentuosa mano di Stefano Landini e scritto da Simone Tordi e Stefano Valenti. Ieri sera mi sono immerso nella lettura divorando la storia che si lascia leggere e si concretizza in splendidi disegni. La storia è un sunto grafico della ormai plurinarrata vicenda della banda della magliana ed è scritta con gran cura, seguendo molto da vicino il modello di De Cataldo, che forse è quello più riuscito. I dialoghi sono concisi e si inseriscono in piccoli baloon stilizzati che, a mio parere, danno il senso della grettezza dei rapporti tra i personaggi, degli istinti non controllati, della voglia di avere tutto e subito. La sceneggiatura è stata adattata al formato del fumetto, il ritmo è incalzante e non trova spazi vuoti, sa far buon uso delle immagini cercando una narrazione concreta, diretta, molto simile a quella televisiva.

Il fumetto può essere considerato la dimostrazione che, in Italia, c’è gente che sa scrivere belle storie e che ce ne è altrettanta che disegna splendidamente; che per fortuna ci sono comics di questo genere e che ci sono case editrici come la Becco Giallo che intuiscono in queste un valore da offrire al pubblico. Si, perché quello che propone la piccola casa editrice di Ponte di Piave (TV) ai lettori è una collana di cronaca nera all’italiana a fumetti, progetto che, per il mercato italiano, è davvero aria fresca.

Seguirò da vicino le proposte della Becco Giallo, dopo essere stato convinto dalla bella storia della Banda della magliana, che mischia maestrie di sceneggiatura e di illustrazione. Che altro scrivere? Un complimento agli autori e alla casa editrice, sperando di scrivere altro ancora e sperando di leggere altre belle storie.

6 commenti:

macchiedinchiostro blog ha detto...

Grazie mille per le belle parole, Andrea.
Speriamo ti convinca anche la mia prossima Cronaca a fumetti, ovvero "Il Massacro del Circeo" in uscita a Marzo sempre per BeccoGiallo.

Andrea Patassa ha detto...

Leonardo, devo ringraziare te per la storia che hai saputo raccontare così bene. Complimenti, davvero.

Simone Tordi ha detto...

Mi unisco ai ringraziamenti di Leo!

Andrea Patassa ha detto...

Ciao Simone, anche a te ripeto i miei complimenti, spero di leggere in futuro altre storie così, frutto delle vostre matite.

ADRIO THE BOSS ha detto...

da paura!!!!
ei andrea!
posso mandarti una storia? tu da 1 a 10 dimmi quanto vuoi che ti colpisca!

ciaoooos

Andrea Patassa ha detto...

@adrio:manda pure, questa è la mia mail: andreapatassini@gmail.com
riguardo allo stupore,bè, vedi tu.
Salutoni